Vai al contenuto
Home » Automotore Sogliola FS 208

Automotore Sogliola FS 208

Automotore FS 208 in 7″ 1/4 di Francesco Dogna

restauro impianto elettrico

Prima Del restauro

Prima di lavorare a questo rotabile l’impianto elettrico soffriva di falsi contatti che ne disinserivano la trazione, anche se solo per pochi istanti. Nonostante ciò il maggiore problema erano il disordine ed i connettori di potenza, realizzati con morsetti di tipo “Mammut” con inserite al loro interno banane da 4mm. Sussistevano poi piccoli problemi, come una luce guasta, l’assenza di un indicatore di livello di scarica per le batterie e la difficoltà ad aprire la cabina, visti i cavi delle luci connessi con morsetti a vite.

Cablaggio automotore ed accoppiatore elettrico

Luci e motore

Il restauro è iniziato con il cablaggio dell’automotore vero e proprio, nel quale sono stati disposti i conduttori che sono stati legati con spago cerato. Dopodichè è stata sostituita la luce guasta ed è stato inserito un connettore BNC per lo sgancio rapido dei LED, in modo tale da rimuovere con agilità la carrozzeria. Seppur un BNC non sia il tipico connettore per illuminazione, ho deciso di usarlo per il suo ridotto ingombro, ma anche per la ghiera a scatto che ne impedisce la disconnessione accidentale in viaggio dovuta alle sollecitazioni meccaniche procurate dalle incongruenze della rotaia.

Il “flessibile”

Come accoppiatore elettrico carrozza-automotore ho utilizzato un connettore avionico con ghiera a vite da 5 poli (positivo motore, negativo motore, positivo luci, negativo luci, massa), il quale è decisamente robusto, e anch’esso non si può disconnettere accidentalmente. I conduttori dell’accoppiatore – il flessibile – sono stati sistemati all’interno di una calza in fibra di carbonio in modo tale da evitarne danneggiamenti dovuti a torsioni o a abrasioni.

Cablaggio carro guida

Nel carro guida, contenente batterie e controllo elettronico, imperava il caos assoluto. Per poter risistemarlo ho eliminato completamente il cablaggio ed ho inserito un pezzetto di guida DIN, sulla quale ho disposto un interruttore magnetotermico differenziale, dei morsetti e due porta-fusibili con slot di scorta. Dopodichè ho cablato sia i 24V (serie batterie), che i 12V (mezza serie) ai morsetti, per poi riprendere tensione all’estremo opposto della guida omega. In questo modo se si dovesse mai scablare il tutto sarà sufficiente scollegare i morsetti per troncare l’impianto in sezioni: accoppiatore, batterie, elettronica, indicatore di carica, tromba. Le tensioni provenienti dalla batteria non fanno altro che passare dall’interruttore e poi dai fusibili, anche se mediante prova di corto circuito ho potuto osservare che l’interruttore interviene prima dei fusibili, che svolgeranno principalmente la funzione di proteggere dai sovraccarichi. La tromba, che non aveva mai funzionato bene, dopo essere stata vincolata a potenziale di terra per la sua calotta metallica, ha ripreso a suonare energicamente. Dopodichè tutto il cablaggio è stato fissato con spago cerato che poi è stato termofissato.

2 commenti su “Automotore Sogliola FS 208”

  1. Francesco Carlo Dogna

    Ciao Alessio, sei ben organizzato e concreto per un hobbi complesso è la strada giusta… Complimenti
    . Ciao Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.